Energia rinnovabile: un'alternativa possibile, oggi

Cos'è l'energia rinnovabile, come si ottiene e perché è conveniente usarla.

EcoDizionario

A | B | C | D | E | F | G | H | I | K | L | M | N | O | P | R | S | T | U | V | W

I termini ecologici più utilizzati, ma anche quelli meno comuni, le associazioni, le organizzazioni che operano per l'ambiente, le sigle principali.

Le tecnologie verdi, le tipologie di rifiuto e tante altre informazioni: scopri l'ecodizionario, il dizionario ecologico che ti aiuta a diventare più verde!


Conferenza Onu a Bali; obiettivo: nuovo piano di contrasto al riscaldamente globale entro il 2009.

L' accordo andrà definito completamente nella Conferenza annuale 2009 a Copenhagen

Il nostro paese si sta riscaldando ad una velocità che non è mai stata sperimentata negli ultimi diecimila anni e questo fenomeno che non ha precedenti è determinato dalla eccessiva concentrazione di gas serra; il pianeta si sta riscaldando in questa maniera perché bruciamo troppo petrolio, troppo carbone, troppo metano e tagliamo via troppe foreste. La ragione del fenomeno è chiara, la diagnosi è chiara: e così, preso atto dell' andamento micidiale delle conseguenze determinate da questi gas serra, a Bali 190 paesi si sono dati appuntamento dal 3 al 14 dicembre 2007 per la tredicesima conferenza ONU sui cambiamenti climatici, in modo da trovare una soluzione per questo problema. Oltre 200 scienziati dell' Ipcc sostengono infatti che si debba agire in fretta, avendo a disposizione una finestra di 10-15 anni per trasformare il picco delle emissioni di CO2 in una riduzione di almeno il 50%.

La conferenza si è conclusa con la soddisfazione di Ban ki-moon, segretario generale dell' Onu, che ha ringraziato gli Stati Uniti per la loro flessibilità. Questi erano infatti, in linea di principio, contrari alla definizione di vincoli obbligatori sulle emissioni di gas serra. Gli Usa hanno così ceduto alle pressioni dei paesi più poveri, mettendo fine al loro braccio di ferro con l' Unione Europea, che spingeva per la riduzione delle emissioni del 25-40% entro il 2020.

Durante questa conferenza, i partecipanti si sono messi d' accordo per lanciare nuovi negoziati per il dopo Kyoto, considerando la scadenza del "vecchio" protocollo nel 2012. Il protocollo di Kyoto (mai ratificato dagli Stati Uniti e solo all' ultimo dall' Australia) vincolava tutti i paesi industriali al taglio delle emissioni di gas serra tra il 2008 e il 2012, mentre i Paesi in via di sviluppo non erano coinvolti. Il patto dei nuovi negoziati prevede invece un vincolo per tutti i Paesi a partire dal 2013.

E' stato un compromesso sofferto, che ha rischiato più volte di abortire. Ma alla fine la conferenza Onu di Bali ha partorito un accordo per negoziare prima possibile la prima fase del protocollo, con l' obiettivo di arrivare entro la fine del 2009 a un nuovo piano di contrasto al riscaldamento terrestre. Questo accordo andrebbe definito completamente nella Conferenza annuale 2009, che si terrà a Copenhagen, e dovrebbe impegnare i Paesi che lo ratificheranno a partire dal 2013.

E' importante il fatto che abbiamo quindi un documento approvato e condiviso da tutte le delegazioni. In questo documento vengono innanzitutto citati nel preambolo l' IPCC e i suoi rapporti, dove viene scritto che questo documento risponde a quanto evidenziato dall' IPCC stesso e viene riconosciuta l' urgenza di agire.
Inoltre si illustra che la decisione presa di lanciare un' azione di cooperazione a lungo termine deve portare a scelte condivise nel rispetto del principio di responsabilità comune ma differenziata tra i diversi paesi. Il piano prevede poi azione per l' adattamento, lo sviluppo ed il trasferimento tecnologico, la mobilitazione di risorse finanziarie a supporto delle azioni.
Il documento si chiude con la decisione di instaurare tutte queste attività sotto l' egida della Convenzione sui cambiamenti climatici, dunque in ambito ONU. Al documento viene anche allegata una tabella dei passi da compiere nel prossimo anno, prima della prossima Conferenza ONU sui cambiamenti climatici.

Queste decisioni non rappresentano comunque un percorso preciso, ma rappresentano solamente una visione di insieme abbastanza vaga, una road map per i prossimi due anni delineata che si concluderà appunto con il nuovo protocollo da adottare  a Copenhagen entro la fine del 2009.

Quiz ecologico

Un Quiz per testare la propria conoscenza nel mondo dell'ecologia.

Vai al Quiz ecologico