Raccolta differenziata

EcoDizionario

A | B | C | D | E | F | G | H | I | K | L | M | N | O | P | R | S | T | U | V | W

I termini ecologici più utilizzati, ma anche quelli meno comuni, le associazioni, le organizzazioni che operano per l'ambiente, le sigle principali.

Le tecnologie verdi, le tipologie di rifiuto e tante altre informazioni: scopri l'ecodizionario, il dizionario ecologico che ti aiuta a diventare più verde!

Risparmio energetico ed energia pulita: funzionano.

Scopri il risparmio energetico.

Quello che dobbiamo fare è democratizzare l'energia. La terza rivoluzione industriale significa dare potere alle persone e per la generazione cresciuta con la Rete questo è la conclusione e il completamento di questa rivoluzione, proprio come ora parliamo in Internet, centinaia di persone sono in Internet, ed è tutto gratuito, e questi possono creare il più grande, decentralizzato, network televisivo, open source, condiviso … perché non possiamo farlo con l'energia ?

Jeremy Rifkin

 

I temi "caldi": raccolta differenziata, Cip6, risparmio energetico, casa ecologica, certificazione energetica.

  • Casa in paglia, Casa ecologica, bioedilizia
  • Certificazione energetica, conto energia
  • Discarica, percolato, come funziona una moderna discarica
  • Raccolta differenziata
  • Risparmio energetico
  • ambientale
  • Energie rinnovabili, enrgia solare, fotovoltaico
  • Inceneritore, come funziona, danni alla salute
  • Cip6, cose'è, come funziona
  • Cambiamenti climatici, riscaldamento globale
  • Combustibili fossili, petrolio in Italia, carbone
  • Biozeta concimi naturali biologici
Finanziaria 2017: poco Ambiente, ma l'alternativa c'è.

Finanziaria 2017: poco Ambiente, ma l'alternativa c'è.

Serve una visione diversa rispetto al modello attuale.

Il Governo italiano sta mettendo a punto la manovra finanziaria 2017 che però, come consuetudine, riserva poco all’Ambiente.

Eppure, si potrebbero risparmiare miliardi di euro l’anno se si ponessero come prioritari gli interventi per l’Ambiente.

A chi storce il naso considerando invece crescita, consumo e cementificazione del territorio le priorità per un rilancio dell’economia, va ricordato che stiamo da anni consumando molte più risorse di quante la Terra sia in grado di offrirci, che i cambiamenti climatici causati da attività antropiche stanno raggiungendo il limite invalicabile e che l’inquinamento globale ha raggiunto livelli tali da compromettere la salute di miliardi di persone. La crescita infinita, legata all’attuale modello di sviluppo, semplicemente non è possibile.

Legambiente ha presentato una proposta di finanziaria ambientale in grado di convogliare capitali e risorse (2 miliardi di euro) che potrebbero risultare volani eccezionali per un’economia diversa, competitiva e soprattutto sostenibile: incentivi per la riqualificazione energetica e antisismica del patrimonio edilizio, Iva ridotta per i prodotti a basso impatto ambientale, recupero dei terreni agricoli abbandonati, fondo nazionale per le bonifiche.

Cambiare politica, insomma, e prospettiva: è questa la sfida possibile.

Secondo Legambiente “queste proposte mostrano come, con politiche adeguate, si può tornare a creare lavoro e opportunità. Nell'innovazione energetica, nell'economia circolare, nella qualità dell'offerta turistica, nella valorizzazione delle città, nella diffusione dell'agricoltura biologica si trova la ricetta da seguire per far ripartire la domanda interna e spingere il made in Italy all'estero. Per questo chiediamo di rilanciare investimenti che vanno dal recupero urbano delle periferie alle fonti rinnovabili approvando una finanziaria green".

E tutto a impatto fiscale zero. Ma come?

“Le risorse vanno trovate cancellando le asimmetrie con l'Europa, e adeguando le tariffe per l'uso dei beni comuni: fissare un canone minimo in tutta Italia per l'attività estrattiva pari ad almeno il 20% dei prezzi di vendita dei materiali ottenuti dalle cave; introdurre un'ecotassa per scoraggiare il ricorso alle discariche; portare il canone per il prelievo di acque minerali ad almeno 20 euro per metro cubo; istituire un fondo nazionale per le bonifiche sul modello del Superfund americano facendovi confluire le sanzioni pecuniarie dalla legge sugli ecoreati; introdurre un contributo da pagare per il consumo di suolo negli interventi edilizi; eliminare tutte le esenzioni dalle royalties per le estrazioni di idrocarburi aggiornando i canoni per la concessione; modulare le tasse sulle auto in funzione dell'inquinamento generato e non della potenza dei motori.

Roma, 19 settembre 2016

Le altre novità dal mondo dell'ecologia e sui temi ambientali

Case in paglia: l'alternativa possibile e sostenibile.

Case in paglia: l'alternativa possibile e sostenibile.

Perchè una casa in paglia conviene.

Dal 2018 a pagamento anche i sacchetti per alimenti sfusi.

Dal 2018 a pagamento anche i sacchetti per alimenti sfusi.

Biodegradabili e da fonti rinnovabili, così dovranno essere anche i sacchetti per lo "sfuso" al supermercato.

Slitta ancora il bando definitivo UE al glifosato.

Slitta ancora il bando definitivo UE al glifosato.

Erbicida potenzialmente cancerogeno, ma in Europa si può ancora usare.

Energia verde: più lavoro, meno inquinamento.

Energia verde: più lavoro, meno inquinamento.

Ognuno di noi potrebbe arrivare a risparmiare 6.500 euro ogni anno se il nostro Paese fosse alimentato esclusivamente da energia rinnovabile, e si ridurrebbero di quasi 50.000 le morti premature causate dall’inquinamento.

Plastica ovunque, anche nell'acqua che beviamo.

Plastica ovunque, anche nell'acqua che beviamo.

La raccolta differenziata non basta più, servono nuovi materiali.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27