Raccolta differenziata

EcoDizionario

A | B | C | D | E | F | G | H | I | K | L | M | N | O | P | R | S | T | U | V | W

I termini ecologici più utilizzati, ma anche quelli meno comuni, le associazioni, le organizzazioni che operano per l'ambiente, le sigle principali.

Le tecnologie verdi, le tipologie di rifiuto e tante altre informazioni: scopri l'ecodizionario, il dizionario ecologico che ti aiuta a diventare più verde!

I temi "caldi": raccolta differenziata, Cip6, risparmio energetico, casa ecologica, certificazione energetica.

  • Casa in paglia, Casa ecologica, bioedilizia
  • Certificazione energetica, conto energia
  • Discarica, percolato, come funziona una moderna discarica
  • Raccolta differenziata
  • Risparmio energetico
  • ambientale
  • Energie rinnovabili, enrgia solare, fotovoltaico
  • Inceneritore, come funziona, danni alla salute
  • Cip6, cose'è, come funziona
  • Cambiamenti climatici, riscaldamento globale
  • Combustibili fossili, petrolio in Italia, carbone
  • Biozeta concimi naturali biologici
Informazioni su Ambiente ed Ecologia

Ambiente e Ecologia

Home > Aree > Ambiente e Ecologia

Inquinamento aereo, UE chiede sforzi maggiori alle compagnie

Inquinamento aereo, UE chiede sforzi maggiori alle compagnie

Inquinamento aereo, UE chiede sforzi maggiori alle compagnie

Il Parlamento europeo ha chiesto di includere il trasporto aereo nel sistema europeo di scambio di quote di emissione di gas serra dal 2011. La proposta e' stata accolta negativamente dalle compagnie aeree, che sarebbero costrette tra quattro anni a ridurre le proprie emissioni del 10% rispetto ai livelli del 2004-2006.

Il Parlamento Europeo ha accolto anche un emendamento che estende il sistema comunitario di scambio delle emissioni a tutti i voli in arrivo e in partenza dagli aeroporti della Comunita' Europea gia' dal 2011, escludendo la possibilita' di deroghe per i voli di Stato. Uniche esenzioni: missioni antincendio e voli militari.

I ricavi delle vendite all'asta del 25% delle quote servirà a ridurre le imposte a carico di sistemi di trasporto meno inquinanti. Secondo la Commissione nel 2004 le emissioni di gas serra prodotte dai voli aerei internazionali imputabili alla Comunita' sono cresciute dell'87% rispetto al 1990.

Il traffico aereo, e quindi l'inquinamento ad esso collegato, è la fonte di emissioni di gas serra che aumenta più in fretta, poiché è in continuo aumento la domanda e quindi l'offerta di voli aerei, soprattutto dopo l'avvento dei voli low cost.

Su un interessante sito, www.chooseclimate.org , è possibile calcolare il contributo individuale, per tragitto indicato, all'effetto serra.

Si può così scoprire che con un volo Roma-Londra e ritorno, emettiamo la quantità di gas serra che emettiamo in un anno con le nostre attività quotidiane.

Gli aerei commerciali, alimentati a cherosene (o kerosene), un carburante di origine fossile, generano 600 milioni di tonnellate di CO2 l'anno.

Rilasciano ossidi di azoto direttamente nella troposfera (la parte inferiore dell'atmosfera, sede dei fenomeni meteorologici); qui si ossidano nell'ozono troposferico che, a quell'altezza, funziona come potente gas serra. Provocano scie dense di vapore acqueo che, portando alla formazione di cirri, bloccano il calore all'interno dell'atmosfera.

Purtroppo, per i prossimi trent'anni si prevede non si possano utilizzare alternative al cherosene. L'unica alternativa praticabile sembra essere un tipo di cherosene derivato dal carbone, che non presenta alcun vantaggio in termini di impatto ambientale, oppure il "cherosene sintetico", derivato dal metano, con caratteristiche di impatto ambientale migliori.

Anche l'aspetto "radiative forcing" non dovrebbe essere sottovalutato, poiché è responsabile del rilascio delle caratteristiche scie di condensazione scaricate ad alta quota, che amplificano gravemente l'effetto serra.

Ecco perché il trasporto aereo incide per il 10% sul totale globale dell'effetto serra.

E' stato calcolato che con il trend attuale l'effetto serra da aviazione civile si triplicherà entro il 2050 rispetto ai dati del 1990: in pratica, la maggiore efficienza energetica dei velivoli moderni e i miglioramenti tecnologici saranno annullati dall'aumento degli aerei in volo.

Eppure, ridurre l'inquinamento aereo è possibile già oggi, per esempio alimentando i gruppi ausiliari di bordo con celle a idrogeno e utilizzando materiali leggeri che diminuiscono il peso degli aerei.

Anche ottimizzando le rotte aeree, che non sempre sono in linea retta, si possono ottenere risultati importanti di abbattimento di emissioni inquinanti: infatti, non è raro che le rotte vengano "prolungate" per evitare di sorvolare Paesi con tasse aeroportuali più elevate.

L'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), organismo tecnico dell'ONU che si occupa di effetto serra, ha dedicato nel 1999 il suo primo studio di settore all'impatto dell'aviazione civile.

Il rapporto suggeriva di "adottare politiche di sostituzione con altri mezzi di trasporto" e "disincentivare l'uso disinvolto del trasporto aereo con tasse o prelievi ambientali e con il commercio dei diritti di emissione". Un suggerimento rimasto purtroppo in gran parte disatteso.

Ma la grande anomalia del trasporto aereo è l'essere rimasto escluso dal Protocollo di Kyoto in merito alle riduzioni obbligatorie delle emissioni inquinanti. Il problema in sostanza è che la comunità internazionale non ha trovato un accordo su dove allocare il rilascio di CO2 per i voli internazionali.

Oggi, è la Norvegia l'unico Paese ad avere un prelievo basato sulle emissioni per i voli nazionali. (Bruxelles, 14 Novembre 2007)

  Archivio news ambientali.

Plastica ovunque, anche nell'acqua che beviamo.

Plastica ovunque, anche nell'acqua che beviamo.

La raccolta differenziata non basta più, servono nuovi materiali.

Nuova Zelanda: comunità kiwi contro lo sfruttamento minerario.

Nuova Zelanda: comunità kiwi contro lo sfruttamento minerario.

Gli abitanti del Karangahake dicono no all'oro.

Aerei inquinanti, UE lancia progetto Clean Sky

Aerei inquinanti, UE lancia progetto Clean Sky

Ambiente e Ecologia, Consigli ecologici

Oggi a idrogeno, domani l'auto ad acqua

Oggi a idrogeno, domani l'auto ad acqua

Ambiente e Ecologia, Consigli ecologici

300 MW di fotovoltaico in Francia

300 MW di fotovoltaico in Francia

Ambiente e Ecologia, Risparmio energetico

Nucleare, pericoloso e contro il referendum

Nucleare, pericoloso e contro il referendum

Ambiente e Ecologia, Risparmio energetico

L'80% degli Italiani dice no al nucleare

L'80% degli Italiani dice no al nucleare

Ambiente e Ecologia, Risparmio energetico

Nucleare ? No grazie, costa e inquina

Nucleare ? No grazie, costa e inquina

Risparmio energetico, Ambiente e Ecologia

1 2 3 4 5