Raccolta differenziata

EcoDizionario

A | B | C | D | E | F | G | H | I | K | L | M | N | O | P | R | S | T | U | V | W

I termini ecologici più utilizzati, ma anche quelli meno comuni, le associazioni, le organizzazioni che operano per l'ambiente, le sigle principali.

Le tecnologie verdi, le tipologie di rifiuto e tante altre informazioni: scopri l'ecodizionario, il dizionario ecologico che ti aiuta a diventare più verde!

I temi "caldi": raccolta differenziata, Cip6, risparmio energetico, casa ecologica, certificazione energetica.

  • Casa ecologica, bioedilizia
  • Certificazione energetica, conto energia
  • Discarica, percolato, come funziona una moderna discarica
  • Raccolta differenziata
  • Risparmio energetico
  • ambientale
  • Energie rinnovabili, enrgia solare, fotovoltaico
  • Inceneritore, come funziona, danni alla salute
  • Cip6, cose'è, come funziona
  • Cambiamenti climatici, riscaldamento globale
  • Combustibili fossili, petrolio in Italia, carbone
  • Biozeta concimi naturali biologici
Sprechi energetici in Italia

Sprechi energetici in Italia

Risparmio energetico, ambiente e ecologia


E' stato stimato che se l'Italia migliorasse l'efficienza della propria rete elettrica anche attraverso il risparmio energetico, potrebbe fare a meno di importare la quota annua di energia elettrica dall'estero. Naturalmente, ridurre le inefficienze del sistema energia è fondamentale: si stima (dati 2013) che il nostro Paese spenda oltre 47 miliardi di euro all'anno per riscaldare case, uffici e capannoni che disperdono buona parte dell'energia a causa della vetustà di strutture e impianti.

Ma lo spreco energetico non è determinato solamente dalla bassa certificazione energetica media delle nostre abitazioni e strutture: illuminazioni accese inutilmente o alimentate da dispositivi vecchi, elettrodomestici di vecchia costruzione con consumi elevati, dispersione ed inefficienza nella rete distributiva sono tutti fattori che possono e devono essere migliorati.

Inoltre, c'è da considerare il vero problema strutturale a cui l'Italia dovrà dare una risposta nel futuro prossimo: l'eccessiva dipendenza dalle fonti di energia da combustibili fossili. In quest'ottica, pare del tutto evidente dare priorità ad uno sviluppo forte delle energie rinnovabili e pulite prodotte sul territorio.


Come tutti i paesi occidentali infatti anche l'Italia risente degli sbalzi nei prezzi delle fonti di energia fossili. L'instabile crescita del prezzo del petrolio ha fatto crescere anche i prezzi di gas e carbone, fonti energetiche alternative al petrolio, aumentando la spesa per l'import di energia primaria nei paesi occidentali. La presenza dell'euro forte ha permesso all'Italia di contenere la crescita della spesa energetica, ma va sottolineato che esiste un meccanismo che ha reso conveniente (non necessaria) l'importazione dell'energia dall'estero e ne ha facilitato lo sviluppo, e cioè la "compravendita" di energia in base non alle esigenze degli utenti ma alle caratteristiche degli impianti di produzione

(Ultimo aggiornamento luglio 2014)

  Archivio news ambientali.

300 MW di fotovoltaico in Francia

300 MW di fotovoltaico in Francia

Ambiente e Ecologia, Risparmio energetico

Nucleare, pericoloso e contro il referendum

Nucleare, pericoloso e contro il referendum

Ambiente e Ecologia, Risparmio energetico

L'80% degli Italiani dice no al nucleare

L'80% degli Italiani dice no al nucleare

Ambiente e Ecologia, Risparmio energetico

1 2 3 4