Raccolta differenziata

EcoDizionario

A | B | C | D | E | F | G | H | I | K | L | M | N | O | P | R | S | T | U | V | W

I termini ecologici più utilizzati, ma anche quelli meno comuni, le associazioni, le organizzazioni che operano per l'ambiente, le sigle principali.

Le tecnologie verdi, le tipologie di rifiuto e tante altre informazioni: scopri l'ecodizionario, il dizionario ecologico che ti aiuta a diventare più verde!

Risparmio energetico ed energia pulita: funzionano.

Scopri il risparmio energetico.

Quello che dobbiamo fare è democratizzare l'energia. La terza rivoluzione industriale significa dare potere alle persone e per la generazione cresciuta con la Rete questo è la conclusione e il completamento di questa rivoluzione, proprio come ora parliamo in Internet, centinaia di persone sono in Internet, ed è tutto gratuito, e questi possono creare il più grande, decentralizzato, network televisivo, open source, condiviso … perché non possiamo farlo con l'energia ?

Jeremy Rifkin

 

I temi "caldi": raccolta differenziata, Cip6, risparmio energetico, casa ecologica, certificazione energetica.

  • Casa in paglia, Casa ecologica, bioedilizia
  • Certificazione energetica, conto energia
  • Discarica, percolato, come funziona una moderna discarica
  • Raccolta differenziata
  • Risparmio energetico
  • ambientale
  • Energie rinnovabili, enrgia solare, fotovoltaico
  • Inceneritore, come funziona, danni alla salute
  • Cip6, cose'è, come funziona
  • Cambiamenti climatici, riscaldamento globale
  • Combustibili fossili, petrolio in Italia, carbone
  • Biozeta concimi naturali biologici
Domanda e produzione di plastica in Italia ed Europa

Domanda e produzione di plastica in Italia ed Europa

La plastica in Europa

Produzione materie di plastiche
Nel 2013 la produzione mondiale di materie plastiche è cresciuta da 288 a 299 milioni di tonnellate (+3,9%), mentre quella europea si è stabilizzata a 57 milioni. L’Europa produce oggi il 20% delle plastiche consumate a livello globale

Domanda europea
Il consumo europeo di materie plastiche è stimato in 46,3 milioni di tonnellate (-1% sul 2012), per due terzi concentrato in cinque paesi: Germania con (25,4%), Italia con il (14,3%), Francia e Spagna, (entrambe con il 7,5%). I restanti mercati europei valgono insieme il 35,5% del consumo interno. Il packaging si conferma il primo consumatore di materie plastiche con quasi il 40% dei volumi, seguito dalle costruzioni (20,3%), automotive (8,5%), E/E (5,6%) e agricoltura (4,3%).

Famiglie polimeriche
Per quanto riguarda il consumo europeo suddiviso per tipologia di plastica, la più diffusa è il polipropilene (18,9%), seguito da polietilene a bassa densità (17,5%) e alta densità (12,1%); nel complesso, le poliolefine valgono poco meno della metà dei consumi continentali (48,5%). Il resto è suddiviso tra poliuretani (7,4%), polistirene (7,1%), PVC (10,4%), PET (6,9%) e altri polimeri (19,7%).

Riciclo (dati 2012)
Nel 2012 (ultimi dati disponibili), i rifiuti plastici sono ammontati complessivamente a 25,2 milioni di tonnellate, delle quali il 62% recuperate attraverso riciclo meccanico (26%) e “recupero energetico” (36%); il restante 38% è finito invece in discarica. Degno di interesse il trend dei diversi fine vita nel corso degli anni: tra il 2006 e il 2012, il conferimento in discarica è sceso del 26%, mentre il riciclo meccanico è cresciuto del 40% e quello energetico del 26%.

Fonte: Plastic the facts

Europa, 22 luglio 2015


Le altre novità dal mondo dell'ecologia e sui temi ambientali

Report Natura WWF 2018: dati drammatici ed incredibili

Report Natura WWF 2018: dati drammatici ed incredibili

Stiamo distruggendo l'Ambiente che ci ospita.

Riscaldamento globale: fermare l'aumento della temperatura non è un'opzione.

Riscaldamento globale: fermare l'aumento della temperatura non è un'opzione.

Senza azioni straordinarie, effetti drammatici per ambiente e persone.

Post-Growth: a Bruxelles una proposta concreta per un nuovo modello di sviluppo

Post-Growth: a Bruxelles una proposta concreta per un nuovo modello di sviluppo

Decrescita, soliderietà, ambiente, energie pulite: la sfida parte dall'UE.

Roghi di rifiuti tossici e industriali: mancano controlli e leggi adeguate.

Roghi di rifiuti tossici e industriali: mancano controlli e leggi adeguate.

Il presidente dei Medici per l'Ambiente Marfella illustra uno scenario sconfortante.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29