Risparmio energetico, ambiente, energia rinnovabile.

Approfondimenti sul risparmio energetico, le energie pulite, lo sviluppo sostenibile.

EcoDizionario

A | B | C | D | E | F | G | H | I | K | L | M | N | O | P | R | S | T | U | V | W

I termini ecologici più utilizzati, ma anche quelli meno comuni, le associazioni, le organizzazioni che operano per l'ambiente, le sigle principali.

Le tecnologie verdi, le tipologie di rifiuto e tante altre informazioni: scopri l'ecodizionario, il dizionario ecologico che ti aiuta a diventare più verde!

Condividere per sensibilizzare sui temi ambientali

Approfondimenti

Risparmio energetico, energie rinnovabili, sostenibilità ambientale.


Tu sei qui : Homepage > Approfondimenti > I nostri comportamenti sull'ambiente


Come funziona, quanto costa e perché conviene un impianto fotovoltaico.

Costi e vantaggi dei panneli solari e dei pannelli fotovoltaici.

Il Solare Fotovoltaico e' una tecnologia che permette di utilizzare l'energia dal sole per la produzione di energia elettrica tramite pannelli solari.
Un impianto fotovoltaico è, infatti, in grado di produrre energia elettrica sfruttando direttamente l'energia solare attraverso specifici dispositivi (celle fotovoltaiche) che utilizzano il cosiddetto "effetto fotoelettrico".

PERCHE' INSTALLARE UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO?

Perché attraverso il sole è possibile reperire fino al 100% del fabbisogno elettrico di una famiglia.
L'impianto fotovoltaico può avere una "taglia" superiore a quella strettamente necessaria per supplire al fabbisogno del singolo utente dell'impianto in quanto l'eventuale surplus può essere ceduto all'ENEL.

QUANTO COSTANO I PANNELLI FOTOVOLTAICI?

Una famiglia media italiana di 4 persone consuma circa 4000 KWh all'anno, un impianto fotovoltaico base (1200 Wp - Watt di picco) è capace di produrre, nel nord Italia, fino a 1500 KWh all'anno ad un costo di impianto di circa 7.000-7.500 euro (trasporto e montaggio inclusi); i costi di manutenzione dei pannelli fotovoltaici sono pressoché nulli!
Sono attualmente disponibili delle forme di agevolazione economica per chi volesse disporre di un impianto fotovoltaico, in particolare, oltre alla possibilità di ottenere uno sgravio sull'IRPEF pari al 55% sul costo dell'impianto, è da menzionare con particolare risalto la possibilità di sfruttare il Conto Energia. Usufruendo di tale incentivo il piano di ammortamento e il risparmio energetico migliorano sensibilmente (5-10 anni).

Per determinare quale tipo di impianto fotovoltaico scegliere tra le diverse soluzioni presenti sul mercato occorre, innanzitutto valutare le potenzialità solari del luogo in cui si vive.
Ciò premesso, esistono due tipi di impianto:

- impianto a moduli fotovoltaici "stand alone": questo tipo di impianto solare fotovoltaico produce energia che viene utilizzata per caricare delle batterie, tipicamente a 12-24 Volt; tale energia verrà poi utilizzata nel momento di utilità. Lo svantaggio è rappresentato dallo smaltimento delle batterie al termine del loro ciclo di vita. Normalmente questo tipo di impianto fotovoltaico è utilizzato in località molto isolate o non raggiunte dal servizio di rete.

- impianto a moduli fotovoltaici con connessione alla rete elettrica Enel in bassa tensione "grid connected": questo tipo di impianto fotovoltaico ad alto risparmio energetico produce corrente elettrica che viene immessa, una volta convertita in corrente alternata a 220 Volt, nella rete Enel, per essere usata da qualsiasi altro utente. Questo avviene attraverso un contatore speciale installato dall'Enel (costo del noleggio: circa 30 euro l'anno). La soluzione "grid connected" consente di cedere alla rete il surplus di energia prodotta e di assorbirne in caso di necessità. In tal modo l'utente paga solo la differenza tra l'energia prodotta e quella consumata.

CARATTERISTICHE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO PER LA CASA.

Si è detto che il consumo medio annuale di energia elettrica per una famiglia di 4 persone in Italia è di circa 4000 kWh. Per soddisfare tali necessità è necessario un impianto di circa 3000 kWp: ciò vuol dire che, per una utenza domestica occorre poter disporre di una superficie inclinata dove poter installare i pannelli solari pari a circa 24 metri quadri.

PANNELLI SOLARI E VANTAGGI AMBIENTALI.

I pannelli fotovoltaici non producono emissioni di nessun tipo, consentono un alto risparmio energetico e durante la fase di esercizio non emettono gas aventi effetto serra (guarda video). La produzione di un kWh di energia elettrica da fonte solare, se confrontata con pari produzione energetica da combustibili fossili, consente di evitare l'emissione in atmosfera di 0,53 kg di anidride carbonica (guarda video) che è uno tra i principali gas responsabili dell'effetto serra, ma le stesse considerazioni possono essere ripetute per le altre tipologie di inquinanti.
Se la produzione di energia da impianto fotovoltaico presenta un impatto sull'ambiente molto basso (limitato agli aspetti di occupazione del territorio o di impatto visivo), la fase di produzione dei pannelli fotovoltaici comporta un certo consumo energetico e l'uso di prodotti chimici. Va considerato però che la maggior parte delle aziende produttrici di componenti fotovoltaici è certificata ISO14000, quindi impegnata a recuperare e riciclare tutti i propri effluenti e residui industriali sotto un attento controllo. Nella fase di dismissione dell'impianto, i materiali di base quali l'alluminio, il silicio, o il vetro, possono essere riciclati e riutilizzati sotto altre fonti.
Per quanto riguarda il consumo energetico necessario alla produzione di pannelli solari (guarda video), quello che viene chiamato energy pay back time, ovvero il tempo richiesto dall'impianto per produrre altrettanta energia di quanta ne sia necessaria durante le fasi della loro produzione industriale, è sceso drasticamente negli ultimi anni ed è pari attualmente a circa 3 anni. Per i moduli in film sottile, l'energy pay back time scende addirittura a un anno. Questo significa che, considerando una vita utile dei pannelli solari di circa 30 anni, per i rimanenti 29 anni l'impianto produrrà energia pulita (guarda video).

    GUADAGNA CON L'ENERGIA SOLARE!

    Il Decreto del Ministero delle Attività Produttive e dell'Ambiente (5 agosto 2005, Gazzetta Ufficiale 181) garantisce una rendita in conto energia per chi installa e produce energia elettrica da pannelli solari.
    La tariffa d'acquisto verrà riconosciuta per 20 anni al prezzo di 0,445 euro per ogni kWh prodotto da pannelli solari.
    E' stato stimato che un piccolo impianto (ca 10 metri quadrati) garantisce un risparmio energetico medio di 1.000 euro/anno.
    La vita di un pannello può arrivare anche a 50 anni, ma considerando una proiezione realistica di 20 anni, il guadagno potrebbe sfiorare i 20.000 euro.

    (guarda video energia solare e impianto fotovoltaico pannelli solari)